Aurore Valade // THE PHAIR

Torino // 2.5.2019 - 5.5.2019

Gagliardi e Domke presenta:
#AuroreValade
@THEPHAIR

02.05.2019 – 05.05.2019
AURORE VALADE
Nata nel 1981 in Francia, vive e lavora attualmente fra Arles e Madrid In precedenza è vissuta a Marsiglia, tre anni a Torino e in Messico. Ogni luogo in cui ha vissuto è stato sorgente di ispirazione di una o più serie di fortunati lavori. Premio Fondazione HSBC per la fotografia. I suoi lavori sono presso importanti collezioni private e pubbliche. Il filo conduttore dei lavori selezionati per la fiera ci rivela come l’artista metta l’uomo al centro della sua ricerca. La serie completa dei “RITRATTI DI TORINO” 2009-2010 ci consente di osservare, ritratti con una postura che ci rimanda alla ritrattistica rinascimentale, alcuni personaggi torinesi all’interno delle loro abitazioni. L’occhio dell’artista abbraccia l’ambiente in cui vive il protagonista della foto e, procedendo per accumuli successivi di oggetti e interessi che animano la vita quotidiana del personaggio preso a modello, genera un ritratto che va ben oltre l’aspetto fisico esteriore dell’individuo, consentendoci di scoprirne i risvolti psicologici, o meglio, l’essenza stessa del personaggio. La maestria con cui Aurore domina la scena, la scopriamo osservando come l’accumulo di cose che la abitano e che potrebbe risolversi in un’immagine che rasenta il kitsch, diventa invece un’esaltazione dei canoni dell’armonia. Un dettaglio non trascurabile, forse un vezzo dell’artista che ritroviamo anche in altri suoi lavori e che val la pena evidenziare: il quotidiano del giorno, il preferito dal protagonista della foto, riveste un ruolo importante nella scena e evidenzia la data in cui è stato effettuato lo scatto della fotografia. A volte tende a suggerirci, con l’avvenimento del giorno in prima pagina, il tema dei 15 scatti dei RITRATTI DI TORINO 2009-2010. Completano la presenza in fiera alcuni ritratti dalle serie “INTÉRIEURS AVEC FIGURES” e “L’OR GRIS” in cui si conferma lo sguardo da antropologo dell’artista che mette sempre al centro della sua ricerca artistica l’essere umano.